zoomegastore brembate

Quando un cane si può dire cucciolo o adulto?

Il passaggio da cucciolo ad adulto varia in base alla taglia: indicativamente il cucciolo diventa adulto a 10 mesi per le taglia piccola (cani che da adulti non superano i 10kg), a 12 mesi per la taglia media (da 10 a 25kg da adulti) a 18 mesi per la taglia grande (da 25 a 45kg da adulti) e a 24 mesi per le taglie giganti (cani che da adulti superano i 45kg)

Cosa devo fare se il mio cane è cucciolo (puppy)?

Alimentazione specifica

Gli alimenti per i cuccioli sono arricchiti con vitamine e minerali come calcio e fosforo, che li aiutano nella crescita e nello sviluppo di ossa e articolazioni. Sono anche più facilmente digeribili, visto che il cucciolo ha nello stomaco meno enzimi (responsabili del processo digestivo) rispetto a un cane adulto.

Igiene

Lo shampoo secco è una schiuma profumata che va distribuita su tutto il corpo dell'animale; aiutandosi con una salvietta o una spazzola morbida bisogna strofinare leggermente la cute per permettere alla schiuma di raccogliere lo sporco e pulire in profondità. Lo shampoo secco pulisce bene e non rimuove lo strato di acidi grassi presenti sulla cute dell'animale (che hanno funzionalità protettiva), ma si consiglia di non utilizzarlo più di una volta a settimana.

Attività fisica

Un cucciolo in fase di crescita deve praticare del moto, che sia una passeggiata, corsa, nuoto o altro, in proporzione alle esigenze di taglia, razza, stile di vita e carattere. L'attività fisica favorisce il corretto sviluppo di articolazioni, ossa e muscoli, permette al cucciolo di sfogarsi e quindi di essere più tranquillo a casa.

Veterinario

Quando portiamo a casa un cucciolo è bene farlo controllare dal veterinario, per accertarci che sia in salute, per fare i vaccini obbligatori e, se è il caso, per prescrivergli un trattamento sverminante (comune tra i cuccioli). Ci consiglierà poi come prenderci cura di lui sopratutto nel primo periodo, che è sempre più delicato, e ci indicherà l'alimentazione adatta a lui.

Quando un cane si può dire anziano (senior)?

L'età per definire un cane anziano è influenzata principalmente dalla taglia, infatti generalmente il cane diventa “senior” intorno ai 7/8 anni nelle taglie grandi, a 9/10 anni nei cani di taglia media e dopo i 10 anni per le taglie piccole. Nel cane anziano si noterà una graduale riduzione della funzionalità dell'organismo, il metabolismo rallenta e potrebbe essere meno vivace rispetto al passato.

Cosa devo fare se il mio cane è anziano (senior)?

Alimentazione specifica

Il cane anziano ha bisogno di un mangime specifico a ridotto contenuto calorico rispetto a quello di mantenimento, infatti con l'aumentare dell'età la vitalità e il metabolismo rallentano. I mangimi per cani senior sono anche più facilmente digeribili visto che la funzionalità di intestino e reni potrebbe iniziare a ridursi.

Igiene

Lo shampoo secco è una schiuma profumata che va distribuita su tutto il corpo dell'animale; aiutandosi con una salvietta o una spazzola morbida bisogna strofinare leggermente la cute per permettere alla schiuma di raccogliere lo sporco e pulire in profondità. Lo shampoo secco pulisce bene e non rimuove lo strato di acidi grassi presenti sulla cute dell'animale (che hanno funzionalità protettiva), ma si consiglia di non utilizzarlo più di una volta a settimana.

Attività fisica

Un cane anziano potrebbe perdere interesse per le passeggiate e l'attività fisica, ma è importante che ne faccia costantemente. Non si può pretendere che mantenga le stesse abitudini di quando era più giovane e forte, ma si sa che un fisico mantenuto in allenamento invecchia più lentamente; inoltre col movimento aiutiamo il nostro “vecchietto” a combattere dolori alle ossa e articolazioni ed evitiamo che ingrassi (rischiando poi patologie dovute all'obesità come il diabete).

Veterinario

Se in passato sono state effettuate tutte le vaccinazioni corrette e le visite veterinarie necessarie difficilmente il nostro cane avrà bisogno di cure particolari, ma è consigliato tenerlo sotto controllo per evitare l'insorgere di malattie e problemi che generalmente colpiscono gli esemplari anziani.